Infine hai deciso che è arrivata l’ora di cambiare vostra caldaia, vecchia, e passare a un modello di caldaia a condensazione. In ogni caso, data la presenza degli incentivi e il ricco risparmio sul consumo di gas che le caldaie a condensazione realmente comportano, sarebbe davvero un peccato non adottarlo.

Scegliere la sostituzione caldaia Trausella perfetta per voi non è semplice, per prima cosa poiché le disuguaglianze di prezzo si presentano tanto ampie, ma anche perché di solito si finisce per perdersi nel mare di caratteristiche tecniche da comprendere per interventi di questo tipo.

Ovviamente, la sostituzione di un impianto "vintage" con uno di ultima generazione non può che portare dei costi, il quale dipendono innanzitutto dal disegno acquistato, ma anche dal luogo  dove ci si trova.

La categoria di caldaia, in aggiunta, è in grado di influire non unicamente sul prezzo del modello, ma anche su quello del montaggio della stessa. Per di più, esistono alcune azioni quale non sono necessariamente collegate alla sostituzione delle caldaie, ma che, comunque, vengono effettuate necessarie.

Come risparmiare a parità di potenza e qualità garantita per la sostituzione caldaia Trausella

Incentivi fiscali per il rimpiazzo della caldaia Trausella a condensazione

Se hai già un impianto esistente con caldaia Trausella tradizionale passando ad una singola caldaia Trausella a condensazione puoi ottenere una nuova detrazione fiscale la quale per quest'anno funzionano in questo modo:

  • 50 per cento della spesa sostenuta se si attua solamente la sostituzione caldaia Trausella con una singola a condensazione di quantomeno classe A;
  • 65 per cento se in aggiunta al cambio della caldaia, con i requisiti del punto antecedente, si installeranno sistemi di termoregolazione evoluti, come ad esempio le valvole termostatiche.

Verifica se la ditta che ti installa una caldaia può seguirvi con codeste pratiche e se ci sarà una commissione per tale lavoro.

Cosa dovrai controllare, allora, nel momento in cui si chiederà un preventivo per la sostituzione caldaia Trausella?

Ci sono talune caratteristiche molto necessarie e in modo più dettagliato:

  • Incentivi fiscali per le caldaie a condensazione
  • Tipologia di caldaie condensazione
  • Pulitura dell’impianto di riscaldamento
  • Sistema di scarico della condensa
  • Sistema di scarico dei fumi
  • Dismissione della vecchia caldaia Trausella
continua

Tipologia di caldaie a condensazione Trausella

Principalmente si tratta di optare fra la caldaia a condensazione da interni o da esterni. Le due cose sono diverse, non si può pensare di poter montare la caldaia da interno all’esterno: non resisterebbe agli sbalzi termici, alquanto le caldaie da esterni possono essere disegnate appositamente per sostenere a temperature le quali oscillano di solito dai 15° sotto lo 0 sino agli 80°.

Una sostituzione caldaia Trausella da interno ha generalmente dimensioni più ridotte nei confronti di una singola da esterno ed è più leggera parlando dei materiali. Inoltre, vista la mancanza di escursioni termiche, tende a durare di maggiormente. Ci sono successivamente le questioni legate al grado di tecnologia la quale ciascuna caldaia può mettere a disposizione del fruitore finale. Per es., tantissime caldaie di tipologia media-alta implementano il sistema Acqua Comfort, in quanto permette di procurarsi acqua calda immediata, consentendo di risparmiare energia. Altre tecnologie di interesse sono collegate alla domotica e inoltre alla possibilità di appurare la caldaia persino dal proprio telefono quando non si è in casa. Ci sono in aggiunta sistemi anti-gelo e antiblocco per caldaie esterne e per caldaie volte a a strutture che rimangono in disuso per la parte dell’anno.

Pulitura dell’impianto di riscaldamento

In apparenza può sembrare un particolare senza utilità, ma riflettendoci un momento: l’acqua nell’impianto di riscaldamento è sistematicamente la stessa. Qualora tu stessi per cambiare la caldaia Trausella, tieni presente che, negli ultimi 30 anni, dentro quelle tubature, c’è stata sempre la medesima h2o in circolo. Codesto può essere una problematica: per quanto il sistema sia chiuso, infatti, le impurità presenti nell’acqua, come cloro e altri prodotti della chimica che reagiscono con il metallo della tubatura, possono ossidare talune parti degli impianti stessi, rischiando di causare ruggine e perdite, o potrebbero formarsi alcuni microrganismi i quali rischiano di otturare il circuito.

Sappi che in ogni preventivo troverai sempre questa voce, dal momento che la normativa impone che la pulitura dell’impianto è obbligatoria in caso di rimpiazzo della caldaia Trausella. Per abbassare i costi del lavaggio dell’impianto di riscaldamento, la cosa migliore è svolgerlo in diretta con l'assemblaggio della singola caldaia Trausella.

Sistema di scarico della condensa Sostituzione caldaia Trausella

Non appena sostituisci una obsoleta caldaia Trausella classica con una a condensazione, puoi vedere che è assemblato un tubo in più: ciò può essere fatto poiché a differenza delle datate caldaie, quelle a condensazione sono in grado di recuperare il calore presente nei fumi con successiva generazione di condensa acida, quindi dovranno essere collegate a uno scarico delle condensa.

Devi comprendere che la legge impone che le tubature volte allo scarico della condensa siano montate ad una determinata distanza da balconi, finestre e materiali combustibili. Ciò vuol dire che a seconda della posizione ancora oggi tua ubicazione, il sistema di scarico può risultare più o meno costoso.

La condensa degli impianti, di tempra acida, è scaricata all'interno dell'impianto fognario, che è costituito anche da rimasugli di detergenti e rifiuti organici di natura basica, tende a neutralizzare l’acidità della condensa scaricata dalla caldaia. ciò può portare, in alcuni impianti, l'installaz. di un filtro a carboni attivi (e pertanto costi ulteriori) ove la condensa è oltremodo acida.

Sistema di scarico dei fumi

Quanto detto per la condensa, vale ovviamente anche per i fumi. Per quanto questi sono di gran lunga meno pericolosi rispetto alle caldaie tradizionali, si tratta in qualunque modo di sostanze nocive che vengono immesse nell’atmosfera.

La temperatura media dei fumi di scarico di ogni caldaia a condensazione è di quasi 40°, a svantaggio dei circa 140°  della sostituzione caldaie Trausella tradizionale. Ciò avviene infatti grazie al discorso che le caldaie a condensazione saranno in grado di ricuperare il calore dai fumi di scarico e scaldare l’h2o la quale viene inserita nel circuito di ritorno.

Persino in codesto caso, pertanto, ci sono alcune distanze determinate  da considerare secondo i termini di legge, dunque in poche parole la lunghezza del metodo di scarico dei fumi può risultare una voce di prezzo notevole dove non vi è uno sbocco immediato all’esterno.

Smaltimento della caldaia datata

La sostituzione caldaia Trausella porta inevitabilmente lo smaltimento di quella datata. Il tecnico specializzato è in genere abilitato a compiere questo tipo di operazione, tuttavia ciò aggiungerà un elemento in più al preventivo. La bella notizia è che persino lo smaltimento della caldaia tradizionale rientra nei costi rimborsabili dal piano di incentivi fiscali.

Quanto risparmiare con la {sostituzione} caldaie Trausella mantenendo la stessa qualità e la stessa potenza?

Qualora hai intenzione di risparmiare un'ingente somma significativa di contante, devi per forza di cose comparare molto più di un prevent. e decidere in base al rapporto qualità-prezzo. Fortunatamente, hai la occasione di risparmiare tempo: se clicchi sul bottone qui sotto potrai fare la richiesta di preventivo per la sostituzione delle caldaie tradizionale con una nuova a condensazione.

Trausella (Trausela in piemontese) è stato un comune italiano di 135 abitanti della città metropolitana di Torino, in Piemonte. Dal 1° gennaio 2019 si è fuso con i comuni di Meugliano e Vico Canavese per dare vita al nuovo comune di Valchiusa.

Si trova in Val Chiusella. Sorge in un vasto pianoro ai piedi del monte Bric di Trausella. Il territorio comunale si eleva a nord-ovest con la Punta Palit e a nord con il Monte Gregorio (1.955 m), che domina l'imbocco della Valle d'Aosta.