Finalmente hai deciso che è arrivata l’ora di migliorare la tua caldaia, datata, e passare a un modello della caldaia a condensazione. D’altronde, vista la presenza degli incentivi e il notevole risparmio sul consumo del gas che le caldaie a condensazione realmente comportano, sarebbe uno spreco non farlo.

Selezionare la sostituzione caldaia Romano Canavese giusta non è così semplice, prima di tutto perché le dissomiglianze di prezzo sono alquanto ampie, ma anche perché di frequente si finisce per perdersi nell'universo delle caratteristiche tecniche da includere per interventi di codesto tipo.

Sicuramente, la sostituzione di un impianto obsoleto con uno di ultimissima generazione non può che portare dei costi, quale dipendono innanzitutto dal modello comprato, ma pure dal luogo  in cui ci si trova.

La tipologia di caldaie, per di più, è in grado di influire non unicamente sul prezzo del modello, ciononostante anche su quello del montaggio della stessa. Per di più, esistono alcune operazioni il quale non saranno necessariamente connesse alla sostituzione delle caldaie, ma che, inoltre, vengono effettuate importanti.

Quanto risparmiare a parità di potenza e qualità per la sostituzione caldaia Romano Canavese

Incentivi fiscali per il cambio delle caldaie a condensazione

Se hai già un impianto attuale con caldaia Romano Canavese tradizionale passando ad una caldaia Romano Canavese a condensazione potrai assicurarti una detrazione fiscale la quale per quest'anno funzionano così:

  • 50 per cento della spesa sostenuta se si realizza solamente una sostituzione caldaia Romano Canavese con una singola a condensazione di almeno classe A;
  • 65% se oltre al cambio della caldaia, con i requisiti del punto precedente, si installeranno sistemi delle termoregolazione evoluti, come ad esempio le valvole termostatiche.

Verifica se il tecnico specializzato che ti installerà una caldaia potrà seguirvi attraverso queste pratiche e se sarà presente una commissione per tale compito.

Cosa dovrai controllare, dunque, quando si chiederà un preventivo per una sostituzione caldaia Romano Canavese?

Esistono delle voci oltremodo importanti e in maniera più precisa:

  • Incentivi fiscali per le caldaie a condensazione
  • Genere di caldaie condensazione
  • Pulitura dell’impianto di riscaldamento
  • Sistema di scarico della condensa
  • Sistema di scarico del fumo
  • Dismissione della datata caldaia Romano Canavese
continua

Tipologia di caldaia a condensazione Romano Canavese

Principalmente si tratta di optare tra una caldaia a condensazione da interni o da esterno. Le due cose sono differenti, non puoi pensare di poter montare la caldaia interna all’esterno: non durerebbe alle escursioni di calore, mentre le caldaie esterne sono disegnate proprio per sostenere a temperature che vanno in genere dai 15 gradi al di sotto dello 0 fino agli 80°.

Una sostituzione caldaia Romano Canavese da interni ha normalmente dimensioni maggiormente modeste riguardo una esterna ed è maggiormente leggera in termini di materiali. Inoltre, data l’assenza di variazione di calore, tende a durare di più. Esistono inoltre le problematiche legate al grado di tecnologia la quale ciascuna caldaia potrà mettere a disposizione del fruitore ultimo. Ad es., tantissime caldaie di tipologia medio-alta includono il sistema Acqua Comfort, che permette di avere acqua calda immediata, consentendo di risparmiare energia. Ulteriori tecniche di interesse sono legate alla domotica e inoltre alle possibilità di controllare la caldaia persino dal proprio dispositivo mobile non appena non si è in casa. Sono presenti infine sistemi anti-gelo e antiblocco per caldaie da esterno e per caldaie destinate ad abitazioni che rimangono in dis-uso per la porzione dell’anno.

Lavaggio dell’impianto di riscaldamento

All'inizio potrebbe assomigliare un dettaglio insignificante, ma riflettici un momento: l’acqua presente nell’impianto di riscaldamento sarà sistematicamente la medesima. Qualora tu stessi per cambiare la caldaia Romano Canavese, tieni presente che, durante ultimi trent’anni, all'interno di quelle tubature, vi è stata costantemente la stessa acqua in circolazione. Questo potrebbe rappresentare una problematica: benché il sistema sia chiuso, infatti, le impurità presenti nell’acqua, come cloro e ulteriori elementi della chimica che reagiscono con i metalli delle tubature, sono in grado di ossidare delle aree dell’impianto stesso, rischiando di causare ruggine e perdite, o si potrebbero formare dei microrganismi i quali rischiano di ostruire il circuito.

Tieni presente che in ciascun preventivo troverai sistematicamente questa voce, dal momento che la normativa impone che la pulitura degli impianti è obbligatoria in circostanza di rimpiazzo della caldaia Romano Canavese. Al fine di ridurre il prezzo della pulitura dell’impianto di riscaldamento, l’ideale sarebbe attuarlo in sincronia con l'assemblaggio della caldaia Romano Canavese.

Metodo di scarico della condensa: Sostituzione caldaia Romano Canavese

Non appena sostituisci la datata caldaia Romano Canavese classica con una a condensazione, potrai vedere che viene assemblato un tubo in più: questo accade perché a differenza delle obsolete caldaie, quelle a condensazione sono in grado di ricuperare il calore partecipante nei fumi con successiva generazione di condensa acida, quindi dovranno essere connesse a uno scarico delle condensa.

Devi comprendere quale la legge annuncia che le tubature volte allo scarico della condensa risultino montate ad una determinata distanza da balconi, finestre e materiali combustibili. Questo significa che a seconda della posizione ancora oggi tua ubicazione, il sistema di scarico può risultare più o meno esoso.

La condensa degli impianti, di tempra acida, è scaricata all'interno dell'impianto fognario, che essendo costituito anche da residui di detergenti e scorie organiche di natura basica, tende a neutralizzare l’acidità della condensa scaricata dalla caldaia. Questo potrebbe portare, in certi impianti, l’installazione di un filtro a carbone attivo (e dunque costi ulteriori) ove la condensa è eccessivamente acida.

Metodo di scarico del fumo

Quanto detto per la condensa, vale ovviamente anche per il fumo. Benché questi sono di gran lunga meno pericolosi relativamente alle caldaie tradizionali, stiamo parlando in ogni caso di elementi nocivi che verranno diffuse nell’atmosfera.

La temp. in media dei fumi di scarico di una caldaia a condensazione è di circa 40 gradi, a svantaggio dei circa 140°  della sostituzione caldaie Romano Canavese classiche. Questo avviene infatti grazie al discorso che le caldaie a condensazione sono capaci di recuperare il calore dai fumi di scarico e scaldare l’h2o che è diffusa all'interno del circuito di ritorno.

Anche in questo caso, dunque, ci sono delle distanze predefinite  da riconoscere secondo i decreti, quindi in pochissime parole la lungh. del metodo di scarico dei fumi può risultare una voce di costo notevole laddove non sarà presente un'uscita immediato all’esterno.

Lo Smaltimento delle caldaie vecchie

La sostituzione caldaia Romano Canavese comporta necessariamente la dismissione di quella obsoleta. L’installatore qualificato è generalmente qualificato a compiere questo tipo di intervento, eppure ciò aggiungerà una voce di spesa in più al prevent.. La buona notizia è che persino la dismissione della caldaia tradizionale è compreso nei costi rimborsabili dal piano di incentivi fiscali.

Quanto risparmiare con la {sostituzione} caldaie Romano Canavese mantenendo la stessa qualità e potenza?

Se hai intenzione di conservare un'ingente somma significativa di contanti, dovresti inevitabilmente mettere a confronto molto più di un preventivo e stabilire in base alla comparazione qualità-prezzo. Fortunatamente, hai la chance di risparmiare tempo: se clicchi sul bottone qui sotto potrai effettuare la richiesta di preventivo per la sostituzione delle vostre caldaie classiche con una nuova a condensazione.

Romano Canavese (Roman in piemontese) è un comune italiano di 2 668 abitanti della città metropolitana di Torino in Piemonte.

Nel 2009 la "Palude di Romano Canavese" è stata riconosciuta sito di interesse comunitario (codice: IT1110064).